Breve viaggio ma intenso!

Ritorno da Ravenna, piacevolmente sorpresa dalla bellezza di questa città e ovviamente dalla cucina. Conosco poco la Romagna e quindi immediatamente mi tuffo alla ricerca dei sapori del posto, per scoprire che poi sono cose molto semplici, soltanto cucinate con estrema passione.
La PIADINA e chi non la conosce?

WP_20160904_13_23_07_Pro

Rigorosamente con CULATELLO di Mora Romagnola (razza suina autoctona) e SQUACQUERONE formaggio DOP.

img
I CAPPELLETTI (da non confondere con i Tortellini che sono Emiliani e ripieni di carne) in questa occasione degustati con un tipico ragù. Una velata sfoglia con un ripieno (il compenso) di formaggi sapientemente amalgamati.

WP_20160904_13_54_13_Pro
Poi lo STINCO di maiale che è la carne sicuramente più gradita dalla cucina romagnola.

WP_20160904_13_26_46_Pro
Io mi sono fermata qui ma poi ci sono i PASSATELLI, la CIAMBELLA, il FORMAGGIO di FOSSA e via dicendo…

FS_Formaggio-di-Fossa-di-Sogliano
La città è molto accogliente e la cultura gastronomica è presente ad ogni angolo, vicolo o piazza. La cordialità e l’ospitalità è di casa.
Qui si parla di cucina ma devo fare un’eccezione e menzionare i magnifici MOSAICI che da soli meritano il viaggio.

WP_20160904_15_19_52_Pro
Romagna, tornerò presto!

Posted on settembre 6, 2016 in Viaggi di gusto

Share the Story

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top